protezione delle superfici

Protezione pietra naturale in interno

Nel panorama caratteristico dei Colli Euganei, letteralmente immerso nel verde e lontano dai rumori della “civiltà”, ecco una bellissima ristrutturazione di pregio di un immobile destinato a dependance di una villa scelta come dimora estiva da una coppia di professionisti.

Vera e propria oasi di relax, il locale è costituito da un open space, un bagno ed uno studio interamente pavimentati con la pietra locale per antonomasia, la Trachite Zovonite grigia, in questo caso finita in superficie a “buccia d’arancia” e quindi con spiccata tendenza  a trattenere lo sporco, oltre che ad assorbire qualsiasi tipo di liquido.

E’ ovvio che tale materiale, come tutti i lapidei, richieda un trattamento protettivo che impedisca appunto l’assorbimento di acqua, olii e macchie di altro genere;  l’esigenza del progettista, in accordo con i proprietari, era però quella di non alterare minimamente l’aspetto del materiale.

La scelta è caduta su CHEM OIL-S, idro-olerorepellente  a base solvente, trasparente , traspirante non pellicolante, ad alto potere  protettivo.

 

Dopo un opportuna rimozione dei residui di posa con detergente specifico e utilizzando una mono-spazzola a bassi giri, abbiamo applicato, a pavimento perfettamente asciutto, un paio di mani di prodotto con l’ausilio di un rullo a pelo corto.

 

 

 

 

 

Sul rivestimento del bagno e sul piatto doccia, in mosaico di marmo , è stato invece utilizzato BLK Pietre, non essendovi l’esigenza di proteggere la superficie dagli olii ma solo renderla idrorepellente.

A breve, quando le condizioni di temperatura e umidità ce lo permetteranno,  procederemo sulle superfici esterne; anche qui BLK Pietre  e CHEM OIL-S, quest’ultimo però solo sulla zona destinata al dinner.